envelopesegreteria@pro-fire.orgphone02 42293407

  • news

il progettista di impianti elettrici e il progettista di impianti illuminotecnici sono due figure distinte

A distinguere nettamente le due figure professionali che si occupano delle attività di progettazione degli impianti elettrici è il DM pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 244 del 18/10/2017, supplemento ordinario n.49) che aggiorna i “Criteri Ambientali Minimi per l’acquisizione di sorgenti luminose per illuminazione pubblica, l’acquisizione di apparecchi per illuminazione pubblica, l’affidamento del servizio di progettazione di impianti per illuminazione pubblica”. Esso sostituisce il DM del 23/12/13 che il Consiglio nazionale aveva impugnato appunto per fare chiarezza sulle due figure in questione.

La pubblicazione del decreto prevede l'abrogazione del precedente DM 23 dicembre 2013 e il cambiamento dei Criteri Ambientali Minimi per prodotti e servizi relativi a: 

- acquisizione sorgenti luminose per illuminazione pubblica;

- acquisizione di apparecchi per l'illuminazione pubblica;

- affidamento del servizio di progettazione di impianti per l'illuminazione pubblica.

Circa la progettazione il DM fa una netta distinzione tra il progettista dell'impianto elettrico che "dovrà essere regolarmente iscritto all'albo professionale per le specifiche competenze tecniche richieste e aver esercitato la professione per almeno 5 anni" e il progettista illuminotecnico, inetso come la figura che cura il progetto illuminotecnico può essere iscritto a un albo professionale ma anche ad una "associazione di categoria del settore dell'illuminazione pubblica, regolarmente riconosciuta dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della L.4/2013".

Leggi Gazzetta Ufficiale